Tag: #ANTIVIRUS

Windows 10, problema con l’antivirus dopo l’ultimo aggiornamento | Libero Tecnologia

Nella classifica dei migliori antivirus 2020 fatta poche settimane fa da AV-Test, società tedesca indipendente che si occupa di cybersicurezza, l’antivirus gratuito Windows Defender si era dimostrato in grado di competere con molte soluzioni commerciali, raggiungendo un punteggio complessivo di 17,5 su 18 punti disponibili. Adesso, però, un bug ne mette in dubbio l’efficacia.

Il bug, neanche a dirlo, è spuntato dopo un aggiornamento di Windows e, come spesso capita con i bug introdotti dagli update di Microsoft, non riguarda tutti, ma molti. Se ne sta discutendo in modo abbastanza acceso anche sul forum ufficiale di Microsoft, dove diversi utenti con configurazioni diverse stanno riscontrando problemi simili. L’unica cosa che hanno in comune questi utenti sembrerebbe essere, almeno al momento, il fatto che hanno installato gli aggiornamenti di inizio marzo di Windows 10. Microsoft non ha ancora trovato una soluzione a questo problema.

Windows Defender: il bug dopo l’aggiornamento

Il problema riscontrato da tanti utenti è che, in seguito all’aggiornamento, durante la scansione antivirus Windows Defender “salta” alcuni file. Non tutti i nostri documenti e applicazioni, quindi, vengono controllati e, di conseguenza, potrebbero contenere un virus. In pratica Windows Defender, alla fine della scansione, comunica all’utente che alcuni file sono stati saltati a causa delle impostazioni di rete. La cosa succede sia in caso di scansione rapida che in caso di controllo approfondito dei file in cerca di virus.

L’aggiornamento di Windows Defender che crea il problema sembrerebbe essere il 4.18.2003.4-0. Microsoft sembra essere a a conoscenza del bug, ma non ha ancora pubblicato la patch né ha risposto ufficialmente alle domande degli utenti.

di Windows Defender: cosa fare?

Visto che non arriva una risposta ufficiale da Microsoft, molti utenti si stanno chiedendo se non sia il caso di installare (almeno temporaneamente) un antivirus diverso da Windows Defender. La cosa più sensata da fare, in questo momento, è fare una scansione con Defender e vedere se il bug si replica anche sui nostri computer: in tal caso, in attesa della patch, si può installare un altro antivirus. Altrimenti non c’è alcun motivo per farlo.

https://tecnologia.libero.it/windows-10-problema-con-lantivirus-dopo-lultimo-aggiornamento-34767

Microsoft porta la protezione di Windows 10 su Windows 7, 8.1, macOS e …Linux

Microsoft porta la protezione di Windows 10 su Windows 7 e 8.1

Windows Defender ATP è in arrivo anche in Windows 7, 8 e 8.1 per aiutare gli utenti che non hanno ancora completato la transizione a Windows 10. Gli elementi di forza di questa tecnologia sono i seguenti:

  • Senza agenteintegrato nel sistema operativo – Le innovative funzionalità di protezione dalle minacce e di rilevamento post-violazione di Windows 10 sono profondamente integrate in Windows.
  • Basato sull’analisigestito tramite il cloud – Windows Defender ATP si adatta rapidamente alla variabilità delle minacce e consente di attivare nuovi sistemi di difesa e di organizzare le correzioni.
  • Semplice pannello di controllo e gestione centralizzata – Gestite la sicurezza end-to-end, dalle operazioni di sicurezza all’amministrazione della sicurezza.
  • Amplificato dalla potenza di Microsoft Secure – Windows Defender ATP è un componente chiave del pacchetto Microsoft Secure e amplifica la sicurezza fra Windows, Office e Azure.

I vantaggi di questa tecnologia sono molteplici:

  • Protezione dalle minacce – Il mondo di oggi, dominato da cloud e mobilità, richiede protezione avanzata da minacce ed exploit.
  • EDR – Strumenti di monitoraggio completi per rilevare le anomalie e rispondere agli attacchi più rapidamente.
  • Stato della sicurezza – Determina lo stato di sicurezza generale e ricevi consigli sulle azioni da intraprendere per ridurre ulteriormente il raggio di attacco alla tua organizzazione.
  • Individuazione delle minacce – Ricerca ed esplora all’istante 6 mesi di dati storici fra gli endpoint.

https://www.windowsblogitalia.com/2020/02/windows-defender-atp-windows-7-8-8-1/

Microsoft vuole portare il suo antivirus in iOS

Di certo non si può dire che Microsoft non sappia nulla di virus e malware. In tutti questi anni di vendita di Windows, infatti, la società di Redmond ha dovuto confrontarsi con la crescita esponenziale delle minacce per il suo sistema operativo.

Di recente Microsoft ha deciso di portare questa conoscenza sui Mac, con il sistema Microsoft Defender ATP. Si tratta di un antivirus per macOS realizzato essenzialmente per reti aziendali.

Fa discutere, però, l’annuncio recente di creare una versione per iOS. Come sappiamo nell’App Store non sono presenti virus e malware, questo perché Apple controlla le app singolarmente per evitare che si utilizzino codici malevoli. Inoltre c’è tutto il processo di certificazione per verificare l’origine dell’app.

È anche vero che le notizie su sblocchi dei telefoni da parte delle autorità, come quelli che usano i sistemi di Cellbrite e l’hackeraggio del telefono di Jeff Bezos usando WhatsApp fanno sorgere alcuni dubbi. Le app sono realmente sicure oppure c’è qualche modo per attaccare il sistema?

Forse Microsoft ha trovato una soluzione per monitorare il tutto ed evitare attacchi..

Non resta che attendere questa mossa.

https://www.melamorsicata.it/2020/02/22/microsoft-vuole-portare-il-suo-antivirus-in-ios/

La migliore protezione contro i fileless malware e le minacce avanzate: Kaspersky conquista il podio in vari dei test nel 2019

Kaspersky si conferma ai primi posti nella TOP3 per la sicurezza informatica corporate e consumer, nonostante l’intensa concorrenza. Nel 2019, i prodotti di Kaspersky hanno aiutato l’azienda a raggiungere il podio (primo, secondo o terzo) in 70 degli 86 diversi test indipendenti a cui ha partecipato.

La classifica TOP3 aggrega i punteggi raggiunti da più di 80 noti vendor nei test e recensioni indipendenti più accreditati del settore della sicurezza informatica. Ogni vendor riceve un punteggio basato sul numero dei podi ottenuti dai propri prodotti nei test indipendenti, in relazione al numero di verifiche cui questi prodotti sono stati sottoposti. La valutazione condotta su più test e su vari prodotti fornisce ai clienti, agli analisti del settore e agli esperti una panoramica più completa delle capacità dei fornitori rispetto al risultato di un singolo test.

Nel 2019, Kaspersky ha conquistato un podio in 70 dei test in cui è stato valutato, classificandosi primo in 64 di essi.

https://www.linkedin.com/posts/kaspersky-lab-italia_kaspersky-si-conferma-ai-primi-posti-nella-activity-6636284425845911552-6MC7